Comunicatori e telefoni subacquei

LPM TRIPLEX (NUOVO MODELLO) – VIDEO TELEFONO SUBACQUEO PROFESSIONALE

LPM

DOPO MESI DI RICERCHE E DI STUDI ABBIAMO CREATO IL VIDEOTELEFONO SUBACQUEO VIA CAVO FULL-DUPLEX AD ELEVATE PRESTAZIONI. IL VIDEOTELEFONO LPM INTEGRA LA TELECAMERA “LUNA PRO” CON LA CORONA DI LED ULTRABRIGHT (POTENZA DI LUCE DI 12x 65.000 mcd) ED UNA SPECIALE SCHEDA AUDIO. IL TUTTO IN DIMENSIONI ULTRA RIDOTTE. L’unità subacquea misura solo 135 mm di lunghezza e 48 mm di diametro. Il compatto control-box di superficie, invece, è largo appena 240 mm ed è profondo 140 mm

LPMTRIPLEX

IL SISTEMA INTEGRATO PERMETTE LA VIDEORIPRESA SUBACQUEA IN VIDEO DIRETTA SU MONITOR IN SUPERFICIE (es. allocato su imbarcazione) E, CONTEMPORANEAMENTE, LA COMUNICAZIONE PERFETTA ED IN FULL-DUPLEX TRA IL SUBACQUEO E L’UNITA’ DI SUPERFICIE (full-duplex vuol dire che la comunicazione è attiva in contemporanea e reciprocamente tra gli interlocutori, così come accade normalmente con un telefono tradizionale di casa. Gli altri telefoni subacquei, invece, utilizzano il sistema limitato del “parlo e ascolta alternato”). PER IL SEGNALE VIDEO ED AUDIO UN UNICO CAVO OMBELICALE (colore blu) TRA UNITA’ DI SUPERFICIE ED IL SUBACQUEO. La tecnologia adottata per l’amplificazione acustica subacquea è del tipo a “vibrazione ossea” (esattamente la stessa adottata dalle case costruttrici per la fabbricazione di amplificatori acustici per le persone che hanno problemi di udito), ove un sistema retro auricolare mastoideo permette l’ascolto dei suoni in maniera forte e chiara. Inserendo la capsula all’interno del cappuccio della muta subacquea, non necessariamente a contatto con il padiglione auricolare, il sommozzatore potrà ascoltare le parole del suo interlocutore, che si trova in superficie, in maniera forte e decisamente chiara, anche lì dove lo stesso sommozzatore deve operare in presenza di forti rumori (es. sotto le carene di navi, nei porti o dove è comunque intensa l’attività cantieristica navale). Per la comunicazione con il personale di superficie, invece, il sommozzatore usa uno speciale laringofono da appoggiare alla gola, lateralmente al pomo d’Adamo, sempre all’interno del cappuccio della muta. Aderendo alla gola di chi lo indossa, il laringofono raccoglie, in una speciale capsula, le vibrazioni delle corde vocali (anche in questo caso i rumori esterni al sommozzatore non vengono trasmessi in superficie e sono evitati a priori). Il laringofono e la speciale capsula mastoidea sono collegati, tramite uno spinotto estraibile, nella parte posteriore della telecamera. Infatti, il videotelefono si può adoperare anche senza la parte telefonica, mettendo al posto dello spinotto un tappo in dotazione.

LPM SI PUO’ COLLEGARE AI VIDEOCCHIALI ELETTRONICI (OPTIONAL CONSIGLIATO) PER LA VISIONE DEI FONDALI ANCHE SOTTO LA LUCE DEL SOLE. SOSTITUISCONO IL MONITOR. ELIMINANO, INFATTI, IL PROBLEMA DEL RIFLESSO DELLA LUCE DEL SOLE SUL MONITOR (VEDI SCHEDA PRODOTTI)

Il VIDEOTELEFONO LPM, senza la parte telefonica (vibratore osseo e laringofono), diventa una normale telecamera a circuito chiuso e può essere utilizzato sulle slitte da traina“VECTOR” o “CONCORDE”, esattamente come la telecamera LUNA PRO. Tutto ciò per monitorare il fondale velocemente con imbarcazione ferma o in movimento

Quando il VIDEOTELEFONO LPM è montato sulla slitta, esso è orientabile nella posizione più conveniente. Per vedere una condotta sottomarina, per esempio, si può orientare lateralmente, senza problemi, mentre si viaggia con la barca paralleli alla condotta stessa (vedi scheda LUNA PRO)

COME LUNA PRO, IL VIDEOTELEFONO LPM PUO’ ESSERE UTILIZZATO SULLA SLITTA DA TRAINA “VECTOR” O “CONCORDE”

Per quanto riguarda le immagini e la distanza dall’oggetto, fino a cui è possibile fare delle videoriprese, dipende dalla limpidità dell’acqua. Quello che riesce a vedere l’occhio del sommozzatore, vede la telecamera che è sempre perfettamente a fuoco da 5 cm ad infinito.

La telecamera su scheda, di ultimissima generazione, utilizzata da LPM è a colori ed è ad alta definizione con ben 460 linee orizzontali. Il potente otturatore elettronico garantisce immagini nitide, anche con un cavo lungo 300 metri e il piccolo obiettivo grandangolare permette la visione di un campo maggiore. L’alimentazione di LPM (12 volt) viene fornita dalla barca e il consumo è davvero irrisorio (soli 110-150 mA/h), per cui, con una piccola batteria di solo 1 Ampere, si può alimentare il VIDEOTELEFONO LPM per ben 6 ore consecutive. L’alta sensibilità alla luce (0.3 lux) permette la videoripresa anche a 70-80 metri di profondità, anche senza l’uso di alcun illuminatore aggiuntivo (con una giornata di sole!!!). Di notte vede, invece, nel buio grazie ai microproiettori a LED HIGH LIGHT che producono una caratteristica luce fredda.

LPMpolizia